AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in AvvocatiOttaviano.it


Avvocati ex Mandamento di Ottaviano (Na)

(Terzigno - San Giuseppe Ves.no - Ottaviano)

 

Indennizzo diretto: requisiti per l'applicabilità dell'art. 149 CdA (Luigi Scognamiglio)

E-mail Stampa PDF

Con la sentenza che segue il Giudice di Pace ha ritenuto che perchè  il danneggiato possa invocare il meccanismo del c.d. indennizzo diretto disciplinato dall'art. 149 del Codice delle Assicurazioni Private è necessario che nella richiesta di risarcimento danni sia indicato il numero di targa e il numero di polizza della compagnia di assicurazione del veicolo antagonista aggiungendo, inoltre,  che "condizione indispensabile per ottenere il risarcimento direttamente dalla propria compagnia di assicurazione è la compilazione del modulo CAI nel quale non possono essere omessi: i nomi degli assicurati,i nomi delle rispettive compagnie di assicurazione, le targhe dei veicoli coinvolti, le circostanze del sinistro, le firme dei conducenti ". E' necessario, infine, che non vi siano contestazioni in ordine alla dinamica del sinistro (Giudice di Pace di Nola - ordinanza-sentenza del 07.10.2014).

Leggi tutto...
 

Art.143 CdA. Modulo cid ed improponibilità della domanda di risarcimento danni

E-mail Stampa PDF

 

Art. 143 del D.Lgsl.209/2005. Il  modulo Cid: contenuto e funzione.

(di Francesco Annunziata)

 

 


Leggi tutto...
 

Buca sulla carreggiata. Responsabilità ex art.2051 c.c.. Concorso di colpa (M. Marchese)

E-mail Stampa PDF

Il Giudice di Pace nella sentenza in esame ha affermato, aderendo al costante orientamento della Suprema Corte,  che, in caso di responsabilità ex art. 2051 c.c., il danneggiato  deve dimostrare esclusivamente il nesso eziologico tra cosa ed evento, mentre è posta a carico del custode la prova liberatoria del caso fortuito e il rischio del fatto ignoto. Tuttavia il giudicante ha riconosciuto all'attore una responsabilità concorsuale ritenendo che l'entità dei danni subiti costituisce elemento significativo per ritenere che la velocità del veicolo non fosse commisurata alle circostanze di tempo e di luogo e, comunque, tale da permettere l'avvistamento tempestivo del pericolo al fine di effettuare un'idonea manovra di emergenza o comunque limitare i danni (Giudice di Pace di Ottaviano - sentenza del 18.12.2013).

Leggi tutto...
 

Cass. 24186/2014. Azione contro il solo responsabile del danno: improponibile senza preventiva richiesta di risarcimento.

E-mail Stampa PDF

La norma di cui all'art. 22 legge n. 990 del 1969 (oggi abrogata e trasfusa nell'art. 145 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209),  nel subordinare l'esercizio dell'azione risarcitoria alla preventiva richiesta del danno all'assicuratore e al decorso del termine di sessanta giorni dalla medesima, pone una condizione di proponibilità dell'azione stessa sia nell'ipotesi in cui il danneggiato si rivolga al solo responsabile del danno (che può a sua volta chiamare in giudizio l'assicuratore), che in caso di azione diretta contro l'assicuratore (nel qual caso deve essere chiamato in giudizio anche il responsabile del danno). È stato in particolare evidenziato che la norma non pone alcuna distinzione in ordine al soggetto contro il quale l'azione è proposta, e mira a favorire il soddisfacimento stragiudiziale delle istanze risarcitorie a fini deflattivi delle controversie (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza  del 13 novembre 2014, n. 24186).

Leggi tutto...
 

Cass. 24187/2014 Confessione resa dal litisconsorte facoltativo: fa prova solo nei suoi confronti

E-mail Stampa PDF

La Corte dopo aver premesso che il conducente del veicolo assicurato, seppur obbligato in solido, non è litisconsorte necessario della compagnia di assicurazioni e/o del proprietario-assicurato ha, conformemente all'indirizzo segnato dalle Sezioni Unite, stabilito che, in ipotesi di litisconsorzio necessario, la confessione resa da uno dei litisconsorti è liberamente apprezzata dal Giudice in relazione a tutti i litisconsorti e, quindi, anche nei confronti del confitente ai sensi dell'art. 2733 co. 3 cod. civ.— a fortiori deve ritenersi che la confessione proveniente da un soggetto che non è litisconsorte necessario, quale il conducente - non proprietario, debba essere liberamente apprezzata, nei riguardi dell'assicuratore e del proprietario (diverso dal conducente-confitente) (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza del 13 novembre 2014, n. 24187).

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 71
Totale Visite Sito : 4046281


Giudice di Pace

Eventi Formativi

<<  Nov 2014  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Prossimo evento

Processo Civile Telematico - Notifiche a mezzo PEC

dicembre
mercoled
03

ASSOCIAZIONE FORENSE DI OTTAVIANO “ Pasquale Cappuccio” Si comunica che il giorno 3 dicembre 2014 alle ore 15.30,  presso l'aula Consiliare del Comune di Terzigno si terrà il convegno...



Eventlist-Teaser Modul by Eifel Webdesign ezuri.de

Un brocardo al giorno...

Servitus oneris ferendi.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione